Notice: Undefined index: Operating System in /web/htdocs/www.stampaclandestina.it/home/wp-content/plugins/dba/includes/class/plugin_class.php on line 3595
singola testata | Stampa clandestina

AVANTI!

organo del Partito socialista di unità proletaria

Edizione Toscana


Luogo:
Firenze
Regione:
Toscana
Data inizio:
novembre 1943
Data fine:
agosto 1944
Ente produttore:
Partito socialista italiano di unità proletaria
Tipologia:
politica
Appartenenza politica:
socialista
Numero pezzi:
7


Scheda storica

Impegnati nell’attività di propaganda e potendo contare, per la diffusione della stampa, sui vecchi compagni rimasti fedeli alla causa, i socialisti fiorentini ebbero il loro organo ufficiale (in sostituzione di «Socialismo», uscito per soli due numeri nei quarantacinque giorni di Badoglio) proprio nell’edizione locale dell’«Avanti!».
Fondato a Roma il 25 dicembre 1896, il foglio riprese le pubblicazioni proprio nella capitale il 26 luglio 1943. A Firenze ne vennero stampati clandestinamente sette numeri, in formato ridotto, dal novembre 1943 fino all'11 agosto 1944. Gli Uffici del Partito Socialista avevano sede presso il dopolavoro ferroviario, in via San Gallo 12. È qui che, probabilmente, fu realizzato anche il giornale.
I tre numeri iniziali furono pubblicati negli ultimi due mesi del 1943, tra novembre e dicembre. In particolare, sul numero del 1° dicembre veniva riportato il testo del patto di unità d’azione con i comunisti e i cristiano sociali, mentre in quello successivo, del 22 dicembre, si cercava di definire la distinzione ideologica rispetto ai comunisti, affermando la necessità di un’unità nell’azione politica delle masse lavoratrici, ma respingendo, tuttavia, come marxisticamente non ortodossa, la dittatura del proletariato e criticando la retorica dell’operaismo: «non vogliamo l’unità proletaria volta al riscatto di tutti dal servaggio della borghesia capitalistica. Ma vogliamo anche la libertà, piena, assoluta. Anziché la dittatura del proletariato, vogliamo l’abolizione del proletariato, che è quanto dire la scomparsa delle classi povere e misere».
Una simile autonomia ideologica nei confronti del comunismo andò attenuandosi con il passare dei mesi, come è possibile constatare in seguito alla famosa «crisi d’aprile», quando, in seguito all’arrivo di Togliatti in Italia, si formò il terzo governo Badoglio, con la collaborazione dei vari partiti antifascisti al governo del re. Proprio in quell’occasione, l’«Avanti!», pubblicato in data 1° maggio (probabilmente stampato a Bologna e poi fatto circolare a Firenze) in un editoriale dal titolo «I socialisti e il governo», dichiarava che i socialisti erano, per la prima volta nella storia del partito, disposti ad andare al governo mentre regnava ancora un Savoia. E giustificavano tale decisione affermando: «la posta che la proposta di Togliatti ha messo in gioco è troppo grande perché un partito qualsiasi possa trascurarne l’importanza».
Il numero successivo usciva il 22 gennaio 1944; in seguito, l’edizione fiorentina dell’«Avanti!» interruppe la stampa per un lungo periodo, di fronte all’inasprirsi della repressione fascista, e la riprese solo nel giugno 1944 (numero senza data). Il 10 dello stesso mese, poi, veniva diffuso un supplemento per ricordare l’assassinio di Bruno Buozzi, ucciso dai nazisti il 3 giugno 1944 alla Storta lungo la via Cassia.
Nel corso dei così detti giorni dell’«emergenza» quando, a partire dal 3 agosto ’44, Firenze rimase per più di una settimana senza acqua, né gas, né energia elettrica, con la chiusura di tutti i negozi e la proibizione di circolare nelle strade estesa a tutti i cittadini, fuorché alle donne e solo per alcune ore e la distruzione dei ponti (ad eccezione di Ponte Vecchio), il Partito Socialista riuscì a diffondere in Oltrarno un numero speciale dell’«Avanti!» a quattro pagine, stampato in parte a mano, a causa della mancanza di energia elettrica. Il foglio recava la data del 4 agosto e fu pubblicato con l’indicazione di «Giorno della Liberazione», con riferimento all’arrivo degli Alleati Oltrarno. Molte copie furono portate anche dall’altra parte della città.
Proprio nei giorni che precedettero la Liberazione del centro cittadino (11 agosto 1944), Alberto Albertoni, tra i redattori del giornale, assieme a Arturo Bruni, Natale dall'Oppio, Mario Fanfani, Renato Forcieri, Sandro Pertini, organizzava la compilazione dei «Servizi speciali dell’Avanti!», scritti a macchina e affissi ogni sera da squadre femminili.
In occasione, poi, dell’11 agosto, il giornale veniva stampato presso la tipografia Ariani, in via San Gallo, la stessa in cui verrà prodotta la «Nazione del popolo», l’organo ufficiale del Comitato toscano di liberazione nazionale.
Si segnala anche un ultimo numero, il nove, del 14 settembre 1944, stampato in città, nonostante fosse stata simulata una provenienza romana, ma privo dell'autorizzazione del Psychological Warfare Branch e di conseguenza sequestrato dagli Alleati.

Bibliografia/Sitografia:
E. Corbino, P. Mencarelli, Fogli ribelli. Firenze 1944: la stampa clandestina tra guerra e Resistenza, 2016 (Ebook prodotto dall’Istituto Storico della Resistenza in Toscana/Biblioteca delle Oblate Firenze) - http://www.istoresistenzatoscana.it/pubblicazioni.html.
F. Contorbia, Giornali e Riviste a Firenze 1943-1946, Firenze, Polistampa, 2010.
L. Sacconi, La stampa d’emergenza, in P.L Ballini, (a cura di), Un quotidiano della Resistenza. La «Nazione del Popolo»: organo del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale: 11 agosto 1944 - 3 luglio 1946, 2 v., Firenze, Polistampa, 2008.
E. Collotti, R. Sandri, F. Sessi (a cura di), Dizionario della Resistenza, Vol. II, Einaudi, Torino, 2006.
F. Berti, Diario di un anno: cattolici e Resistenza in Toscana, Polistampa, Firenze, 2005.
S. Neri Serneri (a cura di), Il Partito socialista nella Resistenza: i documenti e la stampa clandestina, 1943-1945, Nistri Lischi, Pisa, 1988.
V. Branca, La stampa clandestina in Toscana, «Il Ponte», n. I, 5, agosto 1945, pp. 444-449.

Sottotitoli del periodico: organo del Partito socialista di unità proletaria; giornale del Partito socialista di unità proletaria; giornale del Partito socialista italiano di unità proletaria

Autore della scheda: Eugenia Corbino

Numeri disponibili

1943

1 dicembre . Numero [sn]Leggi il numero -->
Vai alla scheda -->
22 dicembre . Numero [sn]Leggi il numero -->
Vai alla scheda -->

1944

22 gennaio . Numero snLeggi il numero -->
Vai alla scheda -->
10 giugno . Numero [sn], supplementoLeggi il numero -->
Vai alla scheda -->
1 luglio . Numero [sn]Leggi il numero -->
Vai alla scheda -->
Un progetto
insmli-verticale-rgb
via F. Confalonieri 14
20124 Milano
tel. 02 66823204
fax 02 66101600
P.I. 07634660158
C.F. 80108310154
Con il patrocinio di
ovale_presidenza_consiglio
output_immagine

Notice: Undefined index: viewed_cookie_policy in /web/htdocs/www.stampaclandestina.it/home/wp-content/plugins/cookie-law-info/php/functions.php on line 361