Notice: Undefined index: Operating System in /web/htdocs/www.stampaclandestina.it/home/wp-content/plugins/dba/includes/class/plugin_class.php on line 3595
singola testata | Stampa clandestina

DONNA ISTRIANA

organo del fronte femminile antifascista dell'Istria


Luogo:
Castua / Kastav
Regione:
zone del litorale adriatico ora all'estero
Editore:
Tipografia Sloboda-Libertà
Data inizio:
luglio 1944
Ente produttore:
Fronte femminile antifascista dell’Istria
Tipologia:
femminile
Numero pezzi:
1


Scheda storica

La testata, edita dal Comitato regionale del Fronte femminile antifascista per l‘Istria, esce in un solo numero di 24 pagine il 15 luglio 1944. L‘edizione italiana del periodico femminile croato “Istranka” – come questo diretta da Dina Zlatić – viene lanciata in preparazione della riunione della Conferenza regionale del Fronte femminile antifascista dell‘Istria che si svolge il 25-26 luglio 1944 presso Raspo nel Carso, alla presenza di un migliaio di delegate. Il Fronte femminile antifascista – Antifašističi front žena (AFŽ) – nasce come organizzazione di massa nel dicembre 1942 a Bosanski Petrovac per dare un inquadramento alle donne che partecipano al movimento di liberazione in Jugoslavia.
Tra i collaboratori si segnalano: Giorgio Sestan; l‘illustratore Cesco Dessanti; Zdenko Štambuk, collaboratore di “Glas Istre” e “Porečki Vjednik”; Dušan Diminić, presidente del Comitato popolare di liberazione regionale dell‘Istria; Joža Skočilić, commissario della 43. Divisione istriana.
Il periodico è stampato a ciclostile, con una tiratura di 300 esemplari, nella tipografia Sloboda-Libertà, attiva da inizio 1944 presso l‘abitazione di Vjekoslav Sušanj – Lojze, in località Kosi, presso Castua (Kastav), oggi nel comune di Viškovo.
Qui, fino all‘offensiva nazifascista dell‘autunno 1944, esistono due tipografie, la Sloboda-Libertà e la Pobjeda-Vittoria, che lavorano in contemporanea, condividendo lo stesso personale.
Il periodico si propone di rafforzare l‘unità tra le donne antifasciste croate e italiane e di dare impulso all‘educazione sociale della donna, soffocata durante il ventennio fascista.

Bibliografia:
Enciclopedia dell‘antifascismo e della Resistenza, Milano, La Pietra 1989.
H. Buršić, Istarska partizanska štampa, vol. I, Pula: Čakavski Sabor, Rijeka: Edit 1981.
L. Giuricin, introduzione a “La Voce del popolo” e i giornali minori, Fiume, Edit 1979.
N. Milani, R. Dobran, a cura di, Le parole rimaste. Storia della letteratura italiana dell‘Istria e del Quarnero nel secondo Novecento, Pola: Pietas Iulia, Fiume: Edit 2010.
G. Scotti, La stampa partigiana dell‘Istria in lingua italiana, in “Quaderni”, IV, 1974-1977, pp. 157-215.

Sottotitoli del periodico: organo del fronte femminile antifascista dell'Istria

Autore della scheda: Francesca Rolandi

Numeri disponibili

Un progetto
insmli-verticale-rgb
via F. Confalonieri 14
20124 Milano
tel. 02 66823204
fax 02 66101600
P.I. 07634660158
C.F. 80108310154
Con il patrocinio di
ovale_presidenza_consiglio
output_immagine

Notice: Undefined index: viewed_cookie_policy in /web/htdocs/www.stampaclandestina.it/home/wp-content/plugins/cookie-law-info/php/functions.php on line 361