Notice: Undefined index: Operating System in /web/htdocs/www.stampaclandestina.it/home/wp-content/plugins/dba/includes/class/plugin_class.php on line 3595
singola testata | Stampa clandestina

OSOPPO AVANTI!

periodico della 1. divisione d'assalto Osoppo-Friuli


Luogo:
Clauzetto, San Vito al Tagliamento
Regione:
Friuli-Venezia Giulia
Editore:
Tipografia Primon
Data inizio:
12 novembre 1944
Ente produttore:
1. divisione d\\\'assalto Osoppo-Friuli
Tipologia:
militare
Gruppo militare:
Autonome
Numero pezzi:
2
BID:
CFI0417620
Precedentemente:
Pai nestris fogolars

Scheda storica

Il periodico sostituisce «Pai nestris fogolârs», uscito in un unico numero, su iniziativa di Manlio Cencig, con la variazione del nome in «Osoppo avanti!», mutuato dal grido del partigiano “Ferruccio”, morto in combattimento contro i nazifascisti. Sono indicati nella carica di direttore del giornale sia Adalgiso Fior “Mion” – “l’Araba fenice” (responsabile del Servizio stampa della I Divisione Osoppo Friuli, poi autore di poesie sulla Resistenza italiana), sia Antonio Piccolo “Tebaldo”.
L'ufficio stampa, organizzato in piccola tipografia nell’agosto del 1944, è installato nella località di Blancs di Pradis di Sotto (comune di Clauzetto). La stampatrice a piastra e i caratteri tipografici sono stati prelevati da partigiani osovani presso la Tipografia Toso di Gemona del Friuli. La macchina smontata a pezzi per il trasporto, è ricostruita in 15 giorni. La redazione è formata da Adalgiso Fior “Mion”, Tullio Tata “Tullio”, Guerrino Mattia “Turi”, Alessandro Stura, Lucio Rossi, Nino Fior e Aldo Brovedani “Lampo”. Il gruppo è coadiuvato dal servizio di intendenza di Luis di Vito d'Asio, che si preoccupa anche di retribuire il lavoro di Brovedani e di uno stampatore di Flagogna, e da altri collaboratori, tra cui uno studente universitario rimasto anonimo e gli avvocati Marisi e Zannier. Le maggiori difficoltà riguardano il rifornimento della carta, la cui mancanza obbliga ad utilizzare quella per gli imballaggi, difficile da tagliare. Il danneggiamento continuo dei rulli in gomma a causa di roditori, inoltre, rende ostico il lavoro. Gli inchiostri sono realizzati nei modi più fantasiosi.
Dopo circa due mesi di attività la tipografia viene trasferita per non essere scoperta dai nazifascisti, prima in uno stavolo sperduto tra i pascoli, poi in un pozzo nero. Durante il rastrellamento del dicembre 1944 una parte della redazione riesce ad evitare la cattura rifugiandosi in un bunker sotterraneo costruito da un contadino del luogo. Durante l’inverno l’attività partigiana viene sospesa e in primavera alla sua ripresa non riorganizza più una stamperia stabile a Tramonti, ma preferisce spostarsi incessantemente presso i laboratori disponibili, tra questi la Tipografia Primon di San Vito al Tagliamento. Dal 28 aprile 1945, dopo la Liberazione, il giornale viene stampato dalle Arti grafiche Sandanielesi e dall’agosto del 1945 la testata diventa «Foglio degli ex partigiani dell'Osoppo».
Il giornale presenta in modo più esplicito, rispetto ad altra stampa osovana, problemi politici e operativi della lotta partigiana, delineando gli obiettivi della ricostruzione politica delle formazioni partigiane per informare anche la popolazione civile e trovarne sostegno. Negli articoli emergono le tematiche connesse al confine orientale e al rapporto con gli Sloveni.
La I Divisione Osoppo Friuli nasce il 21 agosto del 1944 per iniziativa dei 15 battaglioni che fino a quella data formavano la Brigata Osoppo Friuli. Il Comando, eletto il 28 agosto, è affidato a Manlio Cencig “Mario”. Giobatta Marin “Miari” diventa delegato politico, Pietro Maset “Maso” vicecomandante. Ci sono poche variazioni dei comandi fino alla costituzione del Gruppo Divisioni Osoppo Friuli.


Bibliografia:
-Emilia Accomando, La stampa clandestina della Resistenza in Friuli, Tesi di Laurea, Relatore: prof. Raffaele Molinelli, Università degli Studi di Urbino – Facoltà di Magistero – Laurea in Materie letterarie, A.A. 1971-1972
-Alberto Buvoli, Le formazioni Osoppo Friuli, Udine, Ifsml, 2003
-Giovanni Angelo Colonnello, Guerra di Liberazione. Friuli, Venezia Giulia, Zone Jugoslave, Udine, Editrice Friuli, 1965
-Giampaolo Gallo, La Resistenza in Friuli. 1943-1945, Ifsml, Udine, 1988
-Manlio Michelutti, La stampa clandestina periodica in Friuli (1943-1945). Rassegna bibliografica, in «Rassegna di storia contemporanea», a. II, 2-3 (1972), pp. 197-214
- Aldo Moretti, Gianni Nazzi, La I e la II divisione Osoppo Friuli, in «La Panarie», anno II, 2 (1969), pp. 54-64.

Sottotitoli del periodico: periodico della 1. divisione d'assalto Osoppo-Friuli

Autore della scheda: Monica Emmanuelli

Numeri disponibili

1944

12 novembre . Numero 2Leggi il numero -->
Vai alla scheda -->

1945

27 febbraio . Numero 4Leggi il numero -->
Vai alla scheda -->
Un progetto
insmli-verticale-rgb
via F. Confalonieri 14
20124 Milano
tel. 02 66823204
fax 02 66101600
P.I. 07634660158
C.F. 80108310154
Con il patrocinio di
ovale_presidenza_consiglio
output_immagine

Notice: Undefined index: viewed_cookie_policy in /web/htdocs/www.stampaclandestina.it/home/wp-content/plugins/cookie-law-info/php/functions.php on line 361